Crea sito
 

S. Emidio

Posted by July on Mag 31, 2012 in Riflessioni |

La terra trema e fa tremare; trema e distrugge, polverizza case, chiese, fabbriche e vite umane. Trema senza sosta, scossa forse da quel velo di indifferenza gelido che ha coperto un pò ogni uomo, chiuso nei suoi problemi, nelle preoccupazioni per il presente, e più per il futuro.

Si resta scioccati all’ascolto delle notizie che giungono dai media, il cuore gonfio di dolore. Come non pensare a quelle persone che da giorni sono costrette all’addiaccio, private in un soffio di anni di lavoro e sacrifici? Come non pensare: E se fosse capitato a me? e non sentire subito, lo stesso brivido di paura correre lungo la schiena e chiudere la gola?

Qst post vuol’essere un invito alla solidarietà, tutti possiamo dare una mano, donando pochi euro inviando un sms, facciamolo! Purtroppo c’è chi non può fare neppure quello, ma è giusto che nessuno si senta escluso dal fare il bene, ed allora dica almeno una preghiera, invochi S. Emidio Vescovo di Ascoli protettore contro i Terremoti.

(Immagine web)

Nel 1703 l’Italia centrale fu colpita da terribili terremoti: tra gennaio e febbraio una successione di fortissime scosse portò la devastazione in tutta l’area compresa tra Norcia, Amatrice e L’Aquila.  Quando la situazione fu tornata alla normalità, gli ascolani dovettero riconoscere che il loro santo patrono aveva svolto in modo egregio le sue mansioni di difensore della città e dei cittadini: gli edifici di Ascoli, infatti, avevano subito danni piuttosto lievi mentre diversi ascolani che – per ragioni personali o professionali – si trovavano nelle località maggiormente colpite, erano scampati, a volte fortunosamente, alla morte. E non bastava: la protezione del patrono di Ascoli si era estesa anche a quei forestieri (cioè ai «cittadini di altre diocesi») che avevano cominciato a invocarne la protezione dopo aver notato come gli ascolani di loro conoscenza tendessero a cavarsela anche nelle situazioni più pericoloso.

(Immagine web)

PREGHIERA

Sant’Emidio, accogli benigno la preghiera che fiduciosi ti rivolgiamo. Intercedi per noi presso il Signore affinché, a tua imitazione, la nostra fede, vivificata dalle opere, sia testimonianza di filiale amore a Dio e di fraterna carità per il prossimo.
Spronati dal tuo esempio, promettiamo di vivere col cuore staccato dai beni della terra e disposti a sacrificare tutto pur di restare fedeli a Dio e alla Chiesa.
Estendi su di noi, sulle nostre famiglie e sulla nostra città e diocesi la tua protezione affinché, preservati dal terremoto e da ogni altro flagello, possiamo trascorrere una vita quieta e tranquilla, tutta intesa a dare gloria a Dio e a rendere più sicura la salvezza delle nostre anime.
Sant’Emidio, prega per noi!
Padre nostro , Gloria al Padre

 

2 Comments

  • mimmaget ha detto:

    Fatto anche io la preghiera spero che presto finisca questo terremoto , che distrugge un po tutto

    • July ha detto:

      Affidiamoci al Signore, Lui che è con noi ogni giorno, fino alla fine del mondo 😉

Copyright © 2012-2017 Et Après... All rights reserved.
Desk Mess Mirrored v1.6 theme from BuyNowShop.com.